Site Overlay

Le tre nuove socie si presentano al Castellanza

Dopo la colazione dello scorso 8 settembre al RovedaLab, il Presidente Paolo ha riunito il “Castellanza” in un luogo dall’atmosfera unica che ha piacevolmente sorpreso i soci e tutti i presenti alla conviviale del 15 settembre.

Il Podere di Binse è una location nascosta e molto ricercata in cui il personale ci ha calorosamente accolti per la nostra serata a tema Chi sei? Cosa fai? dedicata alle nostre socie Ornella Ferrario, Maria Luisa Nolli e Cristina Pigni, ultime per ingresso nel Club, che come consuetudine, si sono presentate ufficialmente.

Il Presidente Paolo ha preso la parola invitando i presenti ad accomodarsi ai tavoli finemente apparecchiati e allestiti, il rintocco di campana ha preceduto le comunicazioni rotariane.

Ponzelletti ha ringraziato la Prefetto Baratelli per la sempre ottima organizzazione, ha ricordato l’appuntamento podistico della Stralegnanese By Night che si terrà il prossimo 23 settembre e che avrà anche il nostro Rotary come protagonista, per cui l’invito a partecipare attivamente, o comunque a presenziare, è rivolto a tutti.

Al termine della cena il Presidente riprende la parola e invita il socio Vezzaro a vestire i panni dell’intervistatore per presentare le nostre nuove socie.

Maria Luisa Nolli, assente giustificata, ha esposto la sua presentazione attraverso una registrazione proiettata in sala. Attraverso lo schermo, nelle parole di Maria Luisa, conosciamo meglio una donna dal curriculum estremamente ricco e correlato da brillanti successi nell’ambito scientifico e farmaceutico. Maria Luisa conosce il Rotary nell’anno di Presidenza Ferravante e approda al Castellanza in veste di relatrice trattando il tema “La rivoluzione in medicina: le terapie avanzate per le malattie rare e le nuove cure per le malattie infettive e virali”. Cremonese di nascita, laureata in Scienze Biologiche all’Università di Pavia, co- fondatore e Amministratore Delegato di NCNbio, una company di Technologies Transfer industriale nel settore delle biotecnologie della salute. Pioniera nel settore dei farmaci biotecnologici e medicinali per le terapie avanzate, Maria Luisa si racconta con molta semplicità svelando, oltre alle caratteristiche del suo particolare ruolo professionale, anche l’amore per il tennis e il desiderio, compatibilmente con i suoi impegni lavorativi, di intraprendere una collaborazione fattiva nel Rotary per il sostegno di progetti soprattutto inerenti alla scienza, suo cavallo di battaglia. Grazie a Maria Luisa, è un onore per tutti noi averti nel Club!

Luca Vezzaro riprende la parola e ci riporta in sala dove sono invece fisicamente presenti Ornella Ferrario e Cristina Pigni.

Tocca ad Ornella rompere il ghiaccio, anche se il suo nome non ha certo bisogno di presentazioni. Conosciutissima in tutta Legnano, è stata docente di Matematica presso il Liceo Galilei di Legnano e Vicepreside dal 1995 al 2018 rivestendo diversi incarichi organizzativi. Negli anni, prima da studentessa e poi da Docente, ha potuto osservare la scuola da diversi punti di vista, constatando un continuo mutamento, vedendo i giovani transitare e cambiare e, nel continuo confronto con colleghi e studenti, attraverso la cura delle relazioni, ha fatto suo il desiderio di dare un personale contributo al rinnovamento del mondo scolastico sul territorio introducendo nuovi indirizzi sia nel Liceo Classico che nel Liceo Scientifico. Oltre che laureata in Matematica, Ornella è anche profondamente amante della materia che considera una forma culturale che necessità di maggior approfondimento e divulgazione per comprenderne appieno il senso. Vicina al mondo rotariano da anni, la scelta di entrare nel Castellanza ci onora e l’accogliamo a braccia aperte nel nostro sodalizio.

Un caloroso applauso per lei mentre il microfono passa a Cristina Pigni, spillata insieme ad Ornella lo scorso aprile sotto la Presidenza Ferravante.

Cristina, presentata dal neo socio Mastrototaro, è sua collega in Ernst&Young dove svolge attività di revisore contabile per aziende e gruppi nazionali ed internazionali. Donna giovane e dinamica è riuscita in breve tempo a raggiungere una posizione di assoluto prestigio all’interno dell’azienda diventando socia. Ha una figlia liceale e, seppur trascorrendo la maggior parte del suo tempo a Milano, si sente molto legata a Legnano, sua città natale, dove desidera “fare ritorno”. L’ingresso nel nostro Club è quindi l’occasione ideale; Nel Rotary, lei stessa afferma, intravede un ambiente accogliente e propositivo in cui desidera spendersi per dare in prima persona un contributo sul territorio. Grazie fin da ora, Cristina!

Rinnoviamo alle nostre brillanti new entry il nostro affettuoso benvenuto con un caloroso applauso.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: