Presentata l’edizione 2022 di Operazione Carriere

Numerosi i soci e nutrita la presenza di dirigenti scolastici e docenti giovedì sera presso il Dinner The Mode di Legnano per il consueto appuntamento annuale a loro dedicato, al fine di presentare il format 2022 del progetto Operazione Carriere organizzato in collaborazione con il RC Parchi Altomilanese ed il Rotaract La Malpensa.

Il Presidente Giuseppe ha aperto la serata col consueto rintocco di campana, il benvenuto agli intervenuti ed in particolar modo al dottor Alberto Garbarino, relatore della serata. Giuseppe ha ceduto la parola alla socia Alessandra Massironi che ha illustrato al pubblico in sala l’evento Sorrisi in Rosa al via anche quest’anno nella sua quarta edizione. Sabato 16 e sabato 23 ottobre infatti si svolgerà presso la sede dell’Unversità LIUC la campagna di prevenzione dal cancro mammario con visite senologiche gratuite rivolte alle studentesse. Questa campagna sanitaria ha sia importanza a fini preventivi, che una profonda valenza culturale: volersi bene per il bene della collettività.

Un breve spazio anche per alcune comunicazioni distrettuali da parte del socio Guastadisegni che informa riguardo la serata in fase organizzativa prevista per il 3 dicembre p.v in collegamento sulla piattaforma Zoom con la Dottoressa Letizia Moratti, a seguito della riuscita serata organizzata in interclub dal nostro RC “Castellanza” lo scorso 9 settembre.

Sono arrivate le comunicazioni in merito al progetto USAID per terza tranche di finanziamento dell’acquisto di chromebook per le scuole e, da ultimo, l’ottenimento di importanti finanziamenti a fini progettuali anche per il nostro club.

Il Presidente riprende la parola e ci riporta al tema della serata.

Operazione Carriere è il nostro service più longevo: 42 edizioni, 28.376 studenti partecipanti, 22.507 colloqui effettuati con 1.843 relatori coinvolti. Numeri incredibili che spingono il nostro club ed il responsabile di progetto, Luca Roveda, a rilanciare ogni anno con ospiti sempre più prestigiosi ed un format sempre al passo con le esigenze.

La 42° edizione, svoltasi in epoca covid in modalità online, ha visto grandissimi relatori come Carlo Cottarelli (Direttore presso Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani), Vittorio D’Amato (Director Master Division LIUC-Business School), Ferruccio Resta (Rettore del Politecnico di Milano e presidente della CRUI) e Carlotta De Franceschi (Presidente del think tank Action Institute).

Cos’è Operazione Carriere? Un service che nasce dalla consapevolezza che, per chi intenda proseguire gli studi dopo il diploma, la scelta dell’Università rappresenta un momento cruciale.

Le offerte formative sono moltissime e fare la scelta giusta di fronte a tante opportunità, è tutt’altro che semplice: occorre tenere conto da un lato delle proprie attitudini, delle proprie aspirazioni e delle proprie inclinazioni e, dall’altro, confrontarsi con la possibilità che la scelta fatta sia coerente con la reale possibilità di trovare un’occupazione adeguata e soddisfacente negli anni a venire.

Per aiutare i giovani ad orientarsi in questo difficile processo decisionale, abbiamo organizzato incontri con personalità di rilievo nel mondo lavorativo con cui confrontarsi e capire dove sta puntando il mondo del lavoro, sempre più dinamico ed in mutazione.

Il Presidente Giuseppe si rivolge ai dirigenti e ai docenti presenti in sala ricordando che il Rotary si mette al servizio della scuola in questo progetto, ma sono le scuole e i loro rappresentanti nella fattispecie ad essere i primi importanti tramiti coi ragazzi, a loro infatti tocca il coinvolgimento massimo per far comprendere appieno agli studenti l’opportunità che questo progetto rappresenta.

La cena viene servita e tra i tavoli si discorre piacevolmente. Il Presidente cede la parola al termine del servizio a Luca Roveda, referente del progetto Operazione Carriere.

Luca riprende e sottolinea quanto già esposto da Giuseppe Ferravante, informa la volontà di ripartire con la nuova edizione prevista per marzo 2022 possibilmente nel format tradizionale che prevede l’incontro tra professionisti qualificati nel loro settore e gli studenti del penultimo e ultimo anno della scuola secondaria superiore.

L’esperienza diretta, raccontata di chi l’ha sperimentata e la vive in prima persona, dice Roveda, ha sicuramente un forte impatto sui ragazzi che possono approfittare dell’occasione per esporre a loro volta domande dirette dando voce a interrogativi che possono, in quella sede, trovare adeguati riscontri.

Ripartire quindi così, ma da dove abbiamo concluso, ossia da quelle preziose interviste a professionisti di alto profilo che hanno confermato tanto la loro utilità quanto la loro attualità oggi ancor più di sei mesi fa, raggiungendo un pubblico molto vasto in una visione sia locale che internazionale.

Insomma, non mancano spunti e idee per ripartire in grande stile avendo sperimentato un format adeguato ad un contesto che non ha consentito la realizzazione del progetto in chiave tradizionale, ma è indubbiamente brillantemente riuscito anche grazie alla mediazione del dottor Alberto Garbarino, abile intervistatore e relatore questa sera.

Prima di cedere a lui la parola, Luca Roveda ci mostra un breve ma significativo trailer di 5 minuti nel quale apprezziamo riproposti alcuni spaccati nei momenti salienti delle interviste realizzate a Carlo Cottarelli, Vittorio D’Amato, Ferruccio Resta e Carlotta De Franceschi.

Il dott. Garbarino ha preso a questo punto la parola per raccontarci la sua esperienza in questa “missione”. Con estrema pacatezza e chiarezza, il nostro relatore ha comunicato l’importanza della conoscenza ancor prima che quello dell’azione. Partendo dal presupposto che occorre un’adeguata conoscenza e un continuo approfondimento per poter andare in profondità di tematiche che, diversamente, rischierebbero di essere trattate con superficialità, lui stesso ha potuto apprendere e fare une personale analisi sulla realtà economica culturale del nostro Paese.

Durante le interviste di 40 minuti ciascuna con i 4 professionisti, emerge quanto non sia automaticamente corrispondente sul mercato nazionale la richiesta di domanda alla risposta di occupazione. Questo può avvenire per molteplici situazioni e motivi a causa di fattori legati all’economia, al rapido avanzamento tecnologico, al problema delle aziende italiane e alla condizione del lavoratore stesso che, per fattori spesso culturali, precludono la possibilità di essere introdotto in quel particolare settore occupazionale.

Da qui l’importanza di Operazione Carriere dal quale, nel format delle interviste e da ciascuno dei relatori coinvolti, si è potuto trarre preziosi insegnamenti. Unitamente alla mirata specializzazione, occorre una predisposizione alla trasversalità, ci dice Garbarino. Professionisti preparati in quel settore specifico sì, ma aperti a comprendere anche problemi correlati ma spesso appartenente slegati da quel contesto.

La costante e continua sete di conoscenza devono, dovrebbero, sempre animare lo spirito di ciascuno in qualunque fase della sua crescita umana e professionale. L’importanza poi di uscire dagli stereotipi è forse più un compito di noi adulti, genitori e insegnanti, forse ancora troppo legati a quei fattori culturali che offuscano la realtà oggettiva di un panorama che è in continuo mutamento. Coltivare non tanto l’interesse, effimero soprattutto nella fascia d’età 14-18 anni, ma la passione che non può essere insegnata ma va trovata e unita alla razionalità. Entrambe, insieme, consentono un proficuo cammino di crescita professionale.

Molti ingredienti e spunti di riflessione assolutamente condivisibili e degni di approfondimento in questa sede ma anche nelle aule, tra docenti e studenti. A questo proposito Luca Roveda invita i referenti scolastici a stimolare con suggerimenti, proposte e nuove eventuali idee sempre preziose al fine di migliorare a attualizzare il progetto Operazione Carriere.

Tra il pubblico presente in sala, la relazione del dott.Garbarino ha suscitato qualche costruttivo intervento che ha reso la serata molto viva e stimolante, con spunti preziosi che si riveleranno certo utili in previsione dell’evento che si realizzerà in marzo. Un grazie e un applauso al relatore Alberto Garbarino che viene omaggiato dal nostro Presidente Giuseppe a dimostrazione della nostra stima e gratitudine. Anche a Luca Roveda e a tutti i referenti scolastici l’augurio di un buon lavoro!

Il rintocco di campana chiude la serata.

 

info@rotarycastellanza.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: